Sostituzione Pneumatici: Quando Cambiarli?

sostituzione pneumatici quando cambiarli

Una delle componenti fondamentali di un’auto sono gli pneumatici: spesso si sottovaluta la loro importanza e si tende a trascurarne la manutenzione. Abbiamo già parlato di come trattare le gomme della tua auto, ma adesso cerchiamo di parlare di un altro argomento estremamente delicato ovvero la sostituzione degli pneumatici. Spesso si crede infatti che una volta acquistati non necessitino di nessun altro intervento, e quindi tendiamo a sfruttarli fino alla fine: ma quando cambiarli?

Il Codice della strada fissa come limite ultimo da non superare 1,6 mm di spessore: ovviamente sarebbe preferibile cambiarli prima di raggiungere questo limite, ma vediamo il perchè. Quando lo spessore del battistrada scende al di sotto dei 3 mm, inizia a ridursi l’aderenza della gomma all’asfalto, e puoi rendertene conto soprattutto nelle condizioni più critiche, come per esempio in presenza di asfalto bagnato: in condizioni di acqua sul fondo stradale infatti aumenta il rischio di aquaplanning, ossia il fastidioso effetto galleggiamento della gomma sullo strato d’acqua.

Il consiglio è dunque quello di sostituire gli pneumatici quando lo spessore del battistrada scende sotto i 3 mm, ma con un po’ di attenzione è possibile sfruttarli fino a 2,5-2 mm. Per prolungare la vita del tuo pneumatico ricorda di viaggiare sempre con la giusta pressione e far controllare periodicamente l’usura ad un gommista professionista.

sostituzione pneumatici quando cambiarli

Ricordati che l’indicazione dei millimetri è comunque una misura indicativa perchè non è possibile prevedere con assoluta certezza la durata effettiva delle gomme: anche gli pneumatici infatti sono soggetti ad un processo di invecchiamento, che non dipende soltanto dall’utilizzo (l’invecchiamento delle componenti si presenta anche se hai gomme poco usate o mai usate). I principali fattori che influiscono influiscono sulla durata del battistrada sono molteplici come la temperatura, la manutenzione, le condizioni di conservazione e utilizzo, il carico, la velocità, la pressione e non ultimo lo stile di guida.

Per questo è sempre raccomandabile rivolgersi periodicamente ad un gommista, che può controllare l’aspetto esterno degli pneumatici ed individuare per tempo segni di invecchiamento o affaticamento (come la presenza di tagli sul battistrada, sulla spalla e sul fianco ed eventuali deformazioni) in grado di influenzare negativamente la tenuta di strada e mettere a repentaglio la tua sicurezza e quella degli altri. In ogni caso è opportuno comunque sostituire periodicamente i tuoi pneumatici, compreso quello di scorta.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>