Home News Nuova Ford Focus: restyling 2014

Nuova Ford Focus: restyling 2014

Nuova Ford Focus Restyling 2014

 

Le più importanti case automobilistiche stanno già scaldando i motori in vista del prossimo Salone di Ginevra, in programma dal 6 al 16 marzo prossimi: la Ford per l’occasione presenterà la nuova Focus, in una chiave totalmente rivisitata che prevede un restyling nel 2014 sia della componente tecnologica, che di quella estetica.

Il modello di punta della casa dell’Ovale giunge così alla quarta serie, dopo i successi dei precedenti modelli: stupisce in realtà il “pensionamento” anticipato della terza serie, in commercio dal 2011, forse dovuto ad una esigenza di riallineamento della Focus al nuovo stile Ford, o forse ad un tentativo di rimanere a galla in un mercato auto non propriamente invitante negli ultimi anni. Sta di fatto che la Focus avrà un frontale totalmente nuovo, con linee più simili alla Fiesta, più morbide ed “atletiche”, più giovanili e pertanto meno aggressive: la vettura avrà la griglia trapezoidale tipica delle ultime Ford, con nuovi gruppi ottici ed un nuovo paraurti; posteriormente invece lievi modifiche al portellone e cambiamenti per gli indicatori di direzione e il disegno dei fari, almeno nella versione berlina 5 porte. Compaiono anche nuovi dettagli cromati, che danno un tocco di eleganza in più alla nuova Focus.

Sempre a livello prettamente estetico una piccola rivoluzione coinvolgerà gli interni della berlina americana: semplificazione dei comandi, meno pulsanti, console centrale più ampia e aggiunta di dettagli cromatici, così come “richiesto” direttamente da molti automobilisti. Sì, perchè Ford ha dimostrato di saper ascoltare i propri clienti, raccogliendo feedback positivi e negativi e cercando di modificare il suo modello sulla base delle esigenze di chi effettivamente userà l’auto. A tal proposito anche l’abitacolo sarà più silenzioso ed isolato dai rumori esterni.

Ma passiamo all’aspetto forse più interessante, quello della tecnologia e degli ausili ed optional disponibili per la nuova vettura: la Focus ha infatti annunciato l’arrivo del nuovo sistema di connettività Sync2, dotato di un display touch screen da 8 pollici ad alta risoluzione. Il nuovo sistema è in grado di leggere a voce i nomi delle strade, mostrare le uscite autostradali in 3D e di “parlare ed interagire” con la propria vettura: basterà dire “ho caldo” per far attivare l’aria condizionata, “ho fame” per ottenere in brevissimo tempo un elenco dei ristoranti più vicini grazie alla integrazione della guida Michelin.

Tra gli altri dispositivi che equipaggiano la nuova Ford Focus ci sono anche l’Active Park Assist, che permette di agevolare il conducente nelle manovre di parcheggio della vettura, il sistema di frenata automatica d’emergenza Autonomous Emergency Braking e il controllo della velocità di crociera Adaprive Cruise Control. Ford introdurrà sulla Focus anche altri interessanti dispositivi: la tecnologia Mykey, una chiave programmabile che permette ai genitori di configurare l’auto “a portata” di figli, con limite di velocità massima, limite di volume della radio e blocco della possibilità di disattivazione dei sistemi di sicurezza dell’auto; il Door Edge Protector, un piccolo flap a scomparsa che si posiziona sul bordo delle porte e che ha lo scopo di prevenire eventuali danni alla carrozzeria quando si apre la portiera; il Cross Traffic Alert, un sistema che si attiva con la retromarcia ed avvisa il conducente dell’arrivo di una vettura fino a 40 metri di distanza.

Oltre a questo sono stati perfezionati anche ammortizzatori, sospensioni e sistemi ESC ed EPAS. Novità anche per quanto riguarda le motorizzazioni dove è previsto il debutto di un EcoBoost 1.5 da 150 o 180 CV, un EcoBoost 1.0 a 3 cilindri e per gli amanti del diesel un motore TdCi 1.5, che andrà ad affinacare il 2.0 TdCi già presente su altri modelli. La nuova Ford Focus sarà svelata al pubblico al Salone di Ginevra, ma sarà disponibile sul mercato soltanto a partire dalla seconda metà del 2014. Al momento non sono però trapelate informazioni relative al prezzo.

Autore
Appassionato di auto, eredita dal padre l'attrazione per vetture d'epoca, ma anche per auto sportive e da corsa in generale. Come prima auto guida una Fiat 500 Sporting, a cui seguirà l'acquisto di una Punto Sporting: attualmente ha però cambiato completamente genere, passando ad una vettura alimentata a metano. Laureato in Scienze della Comunicazione, inizia a scrivere per Risparmia-Auto nel 2011, specializzandosi nel tempo su articoli legati a usato, ecologia, assicurazione e modifiche delle normative. Sogna di poter avere un giorno un garage nel quale riporre auto d'epoca, ma anche una supercar sportiva.

Rispondi: