Come Risparmiare Benzina Auto

risparmiare benzina auto

Una delle spese che maggiormente influisce sulle tasche degli italiani è quella legata ai carburanti: spesso infatti è impossibile rinunciare all’auto per i propri spostamenti e il costante aumento del prezzo del petrolio comporta ogni mese spese maggiori alla voce auto. Ma se rinunciare alla propria vettura è per molti impossibile, non significa che risparmiare sulla benzina auto lo sia.

Qui di seguito vedremo insieme alcuni piccoli suggerimenti per cercare di ridurre il consumo di carburante. Il primo consiglio è senza dubbio quello di tenere una guida fluida, evitando frenate e ripartenze brusche (il famoso stop and go cittadino per esempio): una accelerazione energica o una partenza a razzo sono infatti tra le prime cause dell’aumento dei consumi. La partenza corretta prevede un buon gioco tra i pedali della frizione e dell’acceleratore, evitando di far salire troppo i giri motori.

Ben si comprende dunque come un altro fattore importante per contenere la spesa sia quello di tenere sotto controllo i giri motore, non solo in fase di ripartenza ma anche in quella di marcia. Durante la marcia è infatti opportuno cambiare nel momento giusto, senza tirare troppo le marce: è stato infatti calcolato che nel passaggio da una marcia inferiore ad una superiore il consumo di carburante può calare fino al 20%. Mantenere dunque bassi i giri motore e cambiare intorno ai 2000-2500 giri è una delle accortezze di guida più efficaci per risparmiare sul carburante.

risparmiare benzina

Un altro consiglio è quello di controllare in maniera periodica la pressione degli pneumatici: sembra banale dirlo, ma come già trattato nella guida sul risparmio pneumatici, viaggiare con gomme sgonfie influisce in maniera negativa non solo sul consumo dei copertoni auto, ma anche in quello del carburante. Pneumatici con una giusta pressione permettono di ridurre la resistenza al rotolamento e quindi ridurre i consumi.

Altro elemento che può aiutarti a contenere i costi è il controllo del carico auto: ti sarà sicuramente capitato di notare come, quando parti in vacanza ed hai la tua vettura piena di valigie, il consumo benzina (o di qualunque altra forma di alimentazione) sia nettamente superiore. Per il solito principio puoi facilmente dedurre che avere il portabagagli pieno di oggetti inutili comporta un aumento dei consumi: per questo è sempre consigliabile tenere il minimo indispensabile nel tuo bagagliaio. Stesso discorso vale per il portapacchi: spesso capita che di ritorno da una vacanza, vuoi per pigrizia, vuoi per mancanza di tempo, lasciamo il portapacchi montato sulla nostra auto per alcuni mesi, aumentando inutilmente i costi di gestione della nostra auto.

Adesso cominci a comprendere come ogni comportamento, anche quello apparentemente più banale, possa influire in maniera negativa sul tuo portafoglio, quando parliamo di carburante? Passiamo adesso ad analizzare altre accortezze per risparmiare sui consumi della tua auto.

risparmiare benzina auto carico

Parlavamo poco fa del portapacchi (e quindi del portasci). Il consumo in tal caso, specie se il portapacchi è ancora montato sulla tua auto, ma non è utilizzato, è dato dal disturbo della aerodinamica della auto. Viaggiare con i finestrini o con il tetto apribile aperto (specie in strade extraurbane) sono altri due fattori che vanno a disturbare l’aerodinamica, creando attrito con l’aria e aumentando lo spreco di carburante. Il consiglio è dunque quello di tenere aperto il finestrino soltanto per il tempo necessario far ricambiare l’aria .

A questo punto potrai pensare: se non devo aprire il finestrino, allora posso usare il climatizzatore? Beh, in realtà la deduzione è errata. Il climatizzatore è uno dei fattori che più influisce sui consumi, fino al 20%. Risulta quindi necessario cercare di limitare il suo utilizzo (solo in dati casi e possibilmente in strade extraurbane) e soprattutto farlo con criterio: tenere temperature troppo basse infatti aumenta a livello esponenziale i consumi, così come tenerlo sempre acceso.

Gli ultimi consigli per risparmiare benzina riguardano da un lato il comportamento nel caso di soste lunghe e dall’altro la corretta manutenzione della tua auto. In caso di soste lunghe, per esempio il passaggio a livello, o code dovute a incidenti o altro, è opportuno spegnere il motore del proprio veicolo, in modo da evitare surriscaldamenti e relativi aumenti di consumo.

risparmiare benzina auto spie

Il consiglio finale riguarda invece una corretta manutenzione della propria auto: controlla sempre l’accensione di spie anomale sul tuo computer di bordo e fai un check-up completo della tua auto almeno una volta all’anno. Spesso basta un filtro dell’aria sporco, un cambio dell’olio motore ritardato o altre piccole cose per far impennare il consumo di carburante.

Come spero tu abbia avuto modo di leggere in questa guida sono molti i fattori che influiscono sui consumi della tua auto, quindi riuscire a tenere comportamenti corretti in ogni circostanza ti può aiutare a risparmiare sulla benzina auto. Basta un poco di impegno e di accortezza e potrai notare in breve tempo un calo netto delle spese alla voce carburante auto. Se hai altri suggerimenti su come ridurre i consumi auto non esitare a lasciarci un tuo commento.

Update 7 giugno 2012

Ecco a voi il link per scaricare gratuitamente la guida al risparmio 2012, pubblicata direttamente dal sito del Ministero dell’Ambiente

Guida al Risparmio 2012 – Ministero dell’Ambiente

1 risposta a questo post
  1. l’unica cosa per poter abbassare il prezzo della benzina è unirsi con tutta la classe operaia e non andar più a votare su di nessun partito fino a quanto non lo capiranno .

Rispondi: