Assicurazione Auto Storica

assicurazione auto storica

Abbiamo già trattato il tema di come risparmiare sulla polizza auto, ma nella guida non avevamo ancora accennato alla possibilità di ottenere un forte sconto sull’assicurazione nel caso di possesso di un’auto storica.

Per stipulare una polizza auto storica, dobbiamo per prima cosa possedere un veicolo che ha più di 20 anni. Importante sottolineare che gli anni vanno conteggiati a partire dalla data di costruzione della nostra auto e non dalla data di immatricolazione. Oltre a questo per stipulare una assicurazione per auto d’epoca alcune compagnie richiedono che il veicolo sia iscritto al registro ASI (Automotoclub Storico Italiano), mentre altre ritengono più che sufficiente l’ iscrizione presso uno dei club di auto storiche presenti in Italia.

E’ doveroso precisare che l’ASI non necessariamente ha l’obbligo di iscrivere la vostra automobile nei suoi registri: questo significa che l’ente, dopo i dovuti accertamenti, può anche in linea teorica decidere di negare l’iscrizione del mezzo se ritiene che questo non sia conforme a determinate regole di sicurezza.

Ma quali sono le differenze tra una assicurazione per auto storica ed una tradizionale? A livello di copertura assicurativa le differenze sono minime se non nulle e dipendono dalla compagnia assicurativa alla quale ci si rivolge. Solitamente tra le caratteristiche standard troviamo un massimale di 2.500.000 Euro o superiore e spesso opzioni furto e incendio. In alcuni casi sono previste particolari formule contrattuali che estendono la protezione assicurativa anche in caso di particolari eventi, come i raduni, fatta esclusione però a gare e competizioni.

Tra i principali vantaggi delle polizze assicurative per auto d’epoca ci sono senza dubbio la classe di merito fissa, estranea cioè al classico sistema di bonus malus, e, in alcuni casi l’opzione di guida libera, che permette a qualsiasi soggetto di poter guidare la vettura senza l’aumento del premio assicurativo (questa opzione è pero a discrezione della compagnia assicurativa – ci sono compagnie che coprono solo quando la vettura è guidata da uno dei conducenti dichiarati in fase di stipula del contratto).

Una volta scelta l’assicurazione più vantaggiosa per te, per completare il contratto ti saranno richiesti alcuni documenti extra relativi al veicolo e al proprietario, come il certificato di identità dell’auto dell’ASI, l’iscrizione del proprietario a un club e il certificato dell’iscrizione all’ASI di proprietario o vettura.

Da sottolineare il fatto che alcune compagnie assicurative offrono particolari agevolazioni ai possessori di più di un veicolo d’epoca, agevolazioni che consentono l’estensione dell’assicurazione a coprire l’intero parco auto.

Ti ricordo infine che se sei in possesso di una automobile storica hai diritto alla esenzione dal pagamento della tassa di proprietà, il bollo.

 

1 risposta a questo post
  1. ciao sono sebastiano ho una fiat uno 5 porte dell ottobre del 1993 tutta originale anche i copri cerci originali ,ben conservata è funzionabile . Devo aspettare il 2013 x iscrivermi all automobile club x pagare qualcosa di meno ,ho sentito che devo aspettare x iscrizione ,è vero o no.

Rispondi: